Piante da ombra

In: PIANTE IN CASA Il: Commenti: 0 Visualizzazioni: 5322

Quando si pensa alle piante fiorite vengono subito in mente un davanzale o un terrazzo soleggiàti; eppure sono poche le piante che amano restare a lungo in pieno sole, la maggior parte preferisce la luce indiretta, qualche ora di sole, se non penombra.

Quindi non preoccupatevi se avete delle stanze che si affacciano a nord o ad est che sembrano un po' buie, oppure se ne avete una che riceve il sole soltanto per una piccola parte della giornata. Le piante cresceranno anche li e se sceglierete quelle adatte a vivere nella penombra avranno una lunga durata.

La prima cosa di cui bisogna tener conto è che non tutte le piante amanti dell'ombra gradiscono la stessa quantità di luce. Basti pensare alla foresta tropicale, l'ambiente naturale di molte delle piante che noi oggi coltiviamo come domestiche. Pochissime crescono in piena luce del sole: molte si trovano bene all'ombra di altre piante più alte. C'è una progressione di piante dall'alto in basso tra i grandi alberi della foresta: si può dire che a mano a mano che ci si avvicina al suolo si trovano piante che amano un'ombra più intensa rispetto a quelle che stanno a un livello superiore. L'ambiente del sottobosco delle foreste tropicali è caldo, umido e piuttosto buio; qui solo poche felci vi proliferano con grande successo.

Qualcosa di molto simile accade anche in casa: una stanza diventa più scura man mano che ci si allontana dalla finestra. Immaginate che la vostra sia divisa in una serie di 'zone' ognuna delle quali ha una diversa quantità di luce. Per ottenere il meglio da ogni pianta dovreste suddividerle attentamente secondo la quantità di luce di cui ognuna ha bisogno per poi coltivarle nelle zone più adatte a ciascuna di loro.

Ombra costante

Potreste pensare che nessuna pianta possa crescere restando sempre nella luce fioca, ma sia varie palme sia le felci lo fanno 'naturalmente'.

Le palme adatte a vivere in giardino o in serra, dato che raggiunagono notevoli altezze, possono essere coltivate in casa se si scelgono quelle specie nane che possono essere mantenute in dimensioni anche assai ridotte. Le specie più facili da tenere sono: Chamaedorea elegans, le cui foglie sottili disposte a ventaglio si aprono all'estremità dei fusti: la Kentia forsteriana con foglie pennate disposte a formare grandi 'piume' su lunghi fusti, il Raphis Excelsa conosciuto anche come palma di bamboo, per la disposizione dei fusti raggruppati l'uno vicino l'altro come appunto un bamboo, all'estremità presentano foglie palmate. Tutte queste piante amano l'ombra e, praticamente, se c'è abbastanza luce per leggere, c'è abbastanza luce Le palme.

Le felci crescono, allo stato naturale, all'ombra di molte piante, la qual cosa le rende molto adatte come piante d'appartamento.  L'Asplenium ha fronde verdi piumate e germogli lungo i margini delle foglie più vecchie che gradualmente appe- santiscono le fronde. 

Le selaginella, un tempo molto popolari, sono piante basse, con fusti prostrati o in parte eretti; hanno foglioline squamose, dotate di una piccola appendice che per- mette loro di assorbire l'acqua, di colore verde e anche particolarmente belle. 

Anche molte delle Araceae come i Pothos, Monstera Deliciosa, Monstera Adansonii, Filodendro Bipinnatifidum e tantissime altre sono perfette per condizioni di poca luce. Anche il genere Sansevieria si adatta a condizioni di scarsa luce.

Commenti

Scrivi un commento